visualizza l'elenco degli articoli
S7-PDIAG -- Informazioni di prodotto -- Descrizione di sistema
A cosa occorre fare attenzione nell'impiego del metodo di numerazione delle segnalazioni?
S7-300 CPU 31x -- Informazioni di prodotto -- Descrizione di sistema
Quali sono le differenze tra i prodotti OPEN MODBUS / TCP Redundant V1 e OPEN MODBUS / TCP Redundant V2?
In cosa consiste la differenza tra "routing normale" e routing di record di dati?
Quali unità SIMATIC S7-300/S7-400 supportano il telegramma dell'ora NTP per la sincronizzazione del tempo di sistema e come si attiva questo tipo di sincronizzazione dell'ora?
Quale identificativo del produttore, ossia OUI (Organizationally Unique Identifier) utilizza SIEMENS AG per gli indirizzi MAC degli apparecchi collegabili in rete?
A cosa occorre fare attenzione nell'impiego del metodo di numerazione delle segnalazioni?
Quali IO-Controller e IO-Devices supportano le funzioni IRT, l'avviamento priorizzato, MRP, PROFIenergy, Shared-Device, I-Device e il funzionamento sincronizzato?
Quali tipi di connessione/protocolli vengono di norma supportati dalle CPU S7-300/400 e dai CP?
Quali nodi PROFINET supportano la messa in servizio automatica (sostituzione di apparecchio senza supporto di scambio) nella progettazione topologica e la sostituzione di apparecchi senza progettazione topologica?
Quali nodi PROFINET supportano la diagnostica PN avanzata e cosa si deve progettare?
Perché con S7-300 c'è solo l'avviamento a caldo?
Quali unità SIMATIC S7 supportano la funzione "Scambio dati diretto" (traffico trasversale)?
Quali articoli trattano dei dati consistenti in relazione alla periferia decentrata?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre la comunicazione di base S7?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre la comunicazione di dati globali?
Quali relazioni ci sono tra subnet mask e indirizzi IP con riferimento al subnetting e al supernetting (classless inter domain routing CIDR)?
Quali moduli supportano la funzione di routing S7?
Come si può avere una panoramica sul concetto di memoria delle CPU S7-300 e degli apparecchi C7?
Comportamento a rimanenza delle CPU S7-300 31x e dei PLC visualizzati C7-6xx con MMC
Stato del contatore delle ore di esercizio dopo la cancellazione totale
Perché il comportamento a rimanenza delle CPU S7-300 ed apparecchi C7 senza MMC (Micro memory card) influenza i contenuti delle variabili?
Indirizzamento dei dati locali con S7-300 / S7 400
S7 300 - il contatore delle ore di esercizio non fornisce alcun valore
A cosa occorre fare attenzione nell'impiego del metodo di numerazione delle segnalazioni?
Numero di ordinazione:

 
Descrizione

In STEP 7 si fa differenza tra il metodo di segnalazione a bit e il metodo dei numeri di segnalazione.

·"font:7.0pt "Times New Roman"">         Metodo di segnalazione a bit
Con il Metodo di segnalazione a bit in WinCC, ProTool opp. WinCC flexible vengono progettate le segnalazioni per lo HMI. A queste segnalazioni vengono associate variabili. Durante l'esecuzione del processo i valori delle variabili vengono letti ad intervalli regolari dal controllore. In funzione dei valori letti vengono visualizzate sullo HMI le segnalazioni progettate.

·"font:7.0pt "Times New Roman"">         Metodo dei numeri di segnalazione
Con il Metodo dei numeri di segnalazione gli eventi che generano la segnalazioni vengono dotati di testi di segnalazione già durante la stesura del programma in STEP7 e vengono associati a numeri di segnalazione.
I numeri di segnalazione ed i corrispondenti testi di segnalazione durante la generazione vengono depositati nel progetto HMI.
Nel Funzionamento produttivo al comparire di un evento che crea una segnalazione la CPU trasferisce all'apparecchio HMI solo il numero di segnalazione con il time stamp.
L'apparecchio HMI poi visualizza il numero di segnalazione, l'istante in cui è comparso l'evento ed il corrispondente testo di segnalazione (Il testo di segnalazione è già depositato nell'apparecchio HMI).

Nella progettazione si fa differenza fra i 3 seguenti tipi di segnalazione:

  • Segnalazioni orientate al blocco
  • Segnalazioni riferite al simbolico
  • Segnalazioni di diagnostica definite dall’utente

I 3 tipi di segnalazione del Metodo dei numeri di segnalazione vengono descritti nel presente articolo e si fa riferimento a singoli articoli che mostrano come vengono progettate le segnalazioni. L'articolo deve servire come indicatore per il metodo dei numeri di segnalazione.

L'articolo contiene i seguenti argomenti:

Segnalazioni orientate al blocco
Le segnalazioni orientate al blocco possono essere progettate sotto STEP 7 per operandi booleani dei campi ingressi (I), uscite e (Q), merker (M), dati (D) e dati locali (L). Esse vengono generate dal programma STEP7 con l'impiego dei blocchi di segnalazione di sistema e in sincronismo con l'esecuzione del programma. La segnalazione riferita al blocco viene trasmessa allo HMI, non appena il programma STEP7 richiama un blocco di segnalazione di sistema. Insieme alle segnalazioni riferite al blocco possono essere visualizzati anche valori accompagnatori dal controllore allo HMI.
Una progettazione di esempio ed una descrizione di come vengono progettate le segnalazioni ALARM_D opp. ALARM_S, si trovano

  • per ProTool nell’articolo con ID23872245
  • per WinCC flexible nell’articolo con ID 24013249

Ulteriori descrizioni relative alla progettazione di segnalazioni riferite al blocco si trovano nella Guida in linea dello STEP 7 sotto:

  • "Creazione di segnalazioni orientate al blocco (in tutta la CPU)"
  • "Creazione di segnalazioni orientate al blocco (in tutto il progetto)"
  • "Modifica di segnalazioni orientate al blocco (in tutta la CPU)"
  • "Modifica di segnalazioni orientate al blocco (in tutto il progetto)"

La tabella seguente descrive i blocchi di segnalazione di sistema, che possono essere utilizzati nel programma per la visualizzazione di segnalazioni riferite al blocco. Questi blocchi di segnalazione di sistema si trovano nella "Standard Library" nella directory "System Function Blocks".
 

Nome

SFB/
SFC

CPU S7

Conferma-bile

Numero dei segnali generanti segnalazioni per blocco

Numero dei valori accompagnatori possibili

Win
CC

WinCC flexible/
ProTool
 

ALARM_SQ

SFC 17

S7-300/400

si

1

12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

si

si2)

ALARM_S

SFC 18

S7-300/400

no

1

12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

si

si2)

ALARM_SC

SFC 19

S7-300/400

-

-

-

si

si2)

ALARM_DQ

SFC 107

S7-300/4001)

si

1

12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

si

si2)

ALARM_D

SFC 108

S7-300/4001)

no

1

12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

si

si2)

NOTIFY_8P

SFB 31

solo S7-400

no

8

10

si

no

ALARM

SFB 33

solo S7-400

si

1

10

si

no

ALARM_8

SFB 34

solo S7-400

si

8

nessuno

si

no

ALARM_8P

SFB 35

solo S7-400

si

8

10

si

no

NOTIFY

SFB 36

solo S7-400

no

1

10

si

no

Tabella 1

1) Le funzioni di sistema SFC 107 e SFC 108 vengono supportate anche dalle CPU S7-300 a partire dal firmware V2.5.0.
2)
La visualizzazione delle segnalazioni è possibile in funzione del tipo di HMI.
3) La Alarm_SC (SFC19) non è una funzione di sistema (SFC) che generi allarmi, essa è utilizzata solo per l'interrogazione dello stato dell'allarme.

I blocchi di segnalazione di sistema citati nella Tabella 1 possono essere impiegati con i seguenti tipi di rete:

  • Industrial Ethernet
  • MPI
  • PROFIBUS

Segnalazioni riferite al simbolico
Le segnalazioni riferite al simbolico possono essere progettate sotto STEP 7 per operandi booleani dei campi di ingresso (I), uscite (Q) e merker (M)). Per le segnalazioni riferite al simbolico possono essere progettati anche valori accompagnatori. Le segnalazioni ed i valori accompagnatori possono essere visualizzati con WinCC.
Le segnalazioni riferite al simbolico possono essere utilizzate sulle CPU S7-400 e vengono generate in modo asincrono rispetto all'andamento del processo. Per questo è impostabile un tempo di sorveglianza (griglia SCAN).

Come si possono progettare le segnalazioni riferite al simbolico sotto STEP 7 è descritto nella Guida in linea dello STEP 7 sotto:

  • " Creazione di segnalazioni riferite al simbolico (su tutta la CPU)"
  • " Creazione di segnalazioni riferite al simbolico (in tutto il progetto)"
  • " Associazione e modifica di segnalazioni riferite al simbolico (su tutta la CPU)"
  • " Associazione e modifica di segnalazioni riferite al simbolico (in tutto il progetto)"

Segnalazioni di diagnostica definite dall’utente
Tramite lo SFC 52 (WR_USMSG) si possono registrare nel buffer di diagnostica S7 della CPU le segnalazioni definite dall'utente ed informazioni addizionali. Il buffer di diagnostica S7 può essere visualizzato sullo HMI con WinCC e ProTool. La visualizzazione del buffer di diagnostica S7 non è possibile con SFC 52 sotto WinCC flexible. Per WinCC flexible si possono utilizzare altri blocchi. Tenere conto per questo degli articoli 22449810 e 22319131.

Come si possono progettare le segnalazioni definite dall'utente sotto STEP7 è descritto nella Guida in linea dello STEP7 sotto:

  • "Cancellazione segnalazioni definite dall’utente (su tutta la CPU)"
  • "Cancellazione segnalazioni definite dall’utente (in tutto il progetto)"
  • "Creazione di segnalazioni definite dall’utente (su tutta la CPU)"
  • "Creazione di segnalazioni definite dall’utente (in tutto il progetto)"

Ulteriori informazioni sullo SFC 52 si trovano nella seguente Tabella 2
 

Nome

SFB/
SFC

CPU S7

conferma- bile

Numero dei segnali generanti segnalazioni per blocco

Numero dei valori accompagnatori possibili

Win
CC

WinCC flexible/
ProTool

WR_USMSG

SFC 52

S7-300/400

-

-

2 informazioni addizionali

si

no/si 1)2)

Tabella 2

1) La visualizzazione del buffer di diagnostica S7 non è disponibile sotto WinCC flexible come sotto ProTool. Tenere conto per questo anche degli articoli 22449810 e 22319131.
2)
La possibilità di una visualizzazione delle segnalazioni dipende dal tipo di HMI.

Le quantità strutturali delle CPU S7-300 relativamente al Metodo dei numeri di segnalazione
Con le quantità strutturali non c'è solo da tenere conto del numero massimo delle segnalazioni possibili, bensì anche del numero delle stazioni che possono effettuare il login per le funzioni di segnalazione.
Con S7-300 le connessioni di comunicazione possono essere di suddivise in comunicazione PG, OP, S7-Base e stazioni per le funzioni di segnalazione. Il numero massimo di connessioni di comunicazione e le suddivisioni determinano alla fine quante stazioni di segnalazione possono essere fatte funzionare.

Nella seguente Tabella 3 si trovano le quantità strutturali delle CPU S7-300, con la condizione che venga impiegato il firmware attuale, vedi anche l’articolo con ID: 26290163..
 

CPU

N. di ordinazione

Max. numero di stazioni che possono effettuare il login

Blocchi ALARM_S attivi contempora-neamente

Max. numero di valori accompagnatori per segnalazione

CPU 312C

6ES7312-5BD01-0AB0

6

20

1...12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme: 12 byte)

CPU 312C

6ES7312-5BE03-0AB0

6

20

CPU 313C

6ES7313-5BE01-0AB0

8

20

CPU 313C

6ES7313-5BF03-0AB0

8

20

CPU 313C-2DP

6ES7313-6CE01-0AB0

8

20

CPU 313C-2DP

6ES7313-6CF03-0AB0

8

20

CPU 313C-2PtP

6ES7313-6BE01-0AB0

8

20

CPU 313C-2PtP

6ES7313-6BF03-0AB0

8

20

CPU 314C-2DP

6ES7314-6CF02-0AB0

12

40

CPU 314C-2DP

6ES7314-6CG03-0AB0

12

40

CPU 314C-2PtP

6ES7314-6BF02-0AB0

12

40

CPU 314C-2PtP

6ES7314-6BG03-0AB0

12

40

 

 

 

 

 

CPU 312

6ES7312-1AD10-0AB0

6

20

1...12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme: 12 byte)

CPU 312

6ES7312-1AE13-0AB0

6

20

CPU 312

6ES7312-1AE14-0AB0

6

300

CPU 314

6ES7314-1AF11-0AB0

12

40

CPU 314

6ES7314-1AG13-0AB0

12

40

CPU 314

6ES7314-1AG14-0AB0

12

300

CPU315-2DP

6ES7315-2AG10-0AB0

16

40

CPU 315-2DP

6ES7315-2AH14-0AB0

16

300

CPU 315-2 PN/DP

6ES7315-2EG10-0AB0

16

40

CPU 315-2 PN/DP

6ES7315-2EH13-0AB0

16

40

CPU316-2DP

6ES7316-2AG00-0AB0

12

50

CPU317-2DP

6ES7317-2AJ10-0AB0

32

60

CPU 317-2 PN/DP

6ES7317-2EJ10-0AB0

32

60

CPU 317-2 PN/DP

6ES7317-2EK13-0AB0

32

60

CPU318-2DP

6ES7318-2AJ00-0AB0

16

100

CPU319-3 PN/DP

6ES7318-3EL00-0AB0

32

300

 

 

 

 

 

CPU315F-2 DP

6ES7315-6FF01-0AB0

16

40

1...12 (max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme: 12 byte)

CPU315F-2 DP

6ES7315-6FF04-0AB0

16

300

CPU315F-2 PN/DP

6ES7315-2FH10-0AB0

16

40

CPU315F-2 PN/DP

6ES7315-2FH13-0AB0

16

40

CPU317F-2 DP

6ES7317-2AJ10-0AB0

32

60

CPU 317F-2 PN/DP

6ES7317-2FK13-0AB0

32

60

CPU 317F-2DP

6ES7317-6FF00-0AB0

32

60

CPU 317F-2DP

6ES7317-6FF03-0AB0

32

60

CPU 319F-3 PN/DP

6ES7318-3FL00-0AB0

32

300

Tabella 3

Esempio relativo alla Tabella 3 con l'impiego della CPU319-3 PN/DP

Nella CPU319-3 PN/DP possono essere presenti max. 300 segnalazioni (da FW 2.7.2) dai blocchi di ALARM_D- opp. ALARM_S. Si possono però programmare/progettare più segnalazioni.

Le quantità strutturali delle CPU S7-400 relativamente al Metodo dei numeri di segnalazione
Nelle seguenti Tabelle 4 e 5 si trovano le quantità strutturali delle CPU S7-400 per il Metodo dei numeri di segnalazione.
 

CPU

Numero di stazioni che possono effettuare il login

Blocchi ALARM_S-/
ALARM_D attivi contempora-neamente

Max. numero
 di valori accompagnatori (valori addizionali) per ogni segnalazione con ALARM_S/
ALARM_D

Blocchi ALARM_8

Max. lunghezza dei dati SD_i trasferibili tramite i valori accompagnatori (valori addizionali)
 per segnalazione con NOTIFY
NOTIFY_8P,
ALARM e
ALARM_8P per SFB1)

CPU 412-1

8

70

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

300

432 byte

CPU 412-2

8

70

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

300

432 byte

CPU 414-2

8

100

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

600

432 byte

CPU 414-3

8

100

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

600

432 byte

CPU 416-2

12

200

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

1800

432 byte

CPU 416-3

12

200

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

1800

432 byte

CPU 417-4

16

200

1...12 ( max. lunghezza tutti i valori accompagnatori insieme : 12 byte)

10000

432 byte

Tabella 4 Funzioni di segnalazione riferite al blocco con S7-400

1)Chiarimenti
La lunghezza massima dei dati che possono essere trasferiti tramite i valori accompagnatori e dipende da:

  • se è attivo il segnalare su trigger di conferma,
  • quanti valori accompagnatori (SD_i) vengono trasferiti,
  • dalla lunghezza massima dei blocchi di dati della CPU impiegata e
  • dalla max. lunghezza dei blocchi di dati degli apparecchi di visualizzazione.

I valori citati sono validi

  • se non è attivo il segnalare su trigger di conferma,
  • per il trasferimento di un valore accompagnatorio (SD_i) e
  • se la massima lunghezza dei blocchi di dati nella CPU impiegata e negli apparecchi di visualizzazione è di 480 byte.

Come si può calcolare la lunghezza massima dei dati è descritto nel manuale "Software di sistema per S7-300/400 Funzioni standard e di sistema" nell’articolo con ID 1214574 nel capitolo 23.1.
 

CPU

Numero di stazioni che possono effettuare il login

Segnalazioni riferite al simbolico (max. numero)

Max. numero di valori accompagnatori (valori addizionali) per segnalazione

CPU 412-x

8

512

1

CPU 414-x

8

512

10

CPU 416-x

12

1024

10

CPU 417-x

12

1024

10

Tabella 5 Funzioni di segnalazione riferite al simbolico con S7-400

Chiarimenti per la Tabella 5
Il numero delle segnalazioni riferite al simbolico possibili dipende inoltre dal tempo di sorveglianza (griglia SCAN) impostato.

Esempio per una descrizione più precisa dei valori massimi citati in Tabella 4 e Tabella 5 con l'impiego della CPU 416-3

  1. Per la CPU 416-3 si possono progettare max. 1024 segnalazioni riferite al simbolico. Tutte queste segnalazioni possono essere presenti contemporaneamente.
  2. Per la CPU 416-3 si possono progettare/programmare max. 1800 blocchi ALARM_8. Tutte queste segnalazioni possono essere presenti contemporaneamente (1800 * 8 segnalazioni = 14400 segnalazioni).
  3. Nella CPU 416-3 possono essere presenti max. 200 segnalazioni dai blocchi ALARM_D- opp. ALARM_S. Si possono però programmare/progettare più segnalazioni.

Avvertenza

  • Tenere conto che la somma di tutte queste segnalazioni in generale non può essere visualizzata contemporaneamente sullo HMI. Quante segnalazioni possono essere visualizzate contemporaneamente sullo HMI dipende dalle quantità strutturali dello HMI.
  • Per i blocchi ALARM_8 si utilizzano altre risorse che non per ALARM_S/ALARM_D.

 Articolo con ID:841294   Data:2010-05-24 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour