visualizza l'elenco degli articoli
WinCC -- Progettazione di allarmi e segnalazioni -- Visualizzazione di allarmi e segnalazioni in Alarm Control
Come è possibile importare le selezioni dei messaggi nel WinCC AlarmControl?
Invio a WinCC dei valori ausiliari di processo come testo
Come si possono in WinCC Alarm Control, anche nella runtime, modificare, indipendentemente dalle impostazioni dello Alarm Logging, i colori delle segnalazioni visualizzate?
Come si possono selezionare segnalazioni in WinCC AlarmControl?
Come si discrimina in WinCC l'elaborazione delle segnalazioni nelle liste delle segnalazioni e negli archivi.
La segnalazione di valore limite è presente, nonostante i limiti non siano stati superati
Come si può visualizzare l'ultima segnalazione nella prima riga dello Alarm OCX?
Che cosa si può fare se nella runtime non vengono visualizzati gli allarmi?
Come è possibile visualizzare testi di segnalazione a più righe in Alarm Control?
Come vengono visualizzate le segnalazioni dal WinCC Alarm Control?
Come si può visualizzare in una segnalazione l'utente che ha effettuato il login?
Come si utilizza la proprietà "MsgFilterSQL" del WinCC Alarm Control, per filtrare con uno statement SQL le segnalazioni da visualizzare?
Come si possono visualizzare durante la runtime nel WinCC Alarm Control solo segnalazioni selezionate?
Come si utilizza la funzione standard "AXC_SetFilter()"?
Come è configurata l'istruzione di formato per visualizzare i contenuti dei valori delle variabili WinCC durante la runtime nel blocchi di testo utente di una segnalazione?
Come è possibile filtrare le segnalazioni, a seconda dei server, nel WinCC Alarm Control?
Come si può visualizzare o stampare nel blocco di testo utente il contenuto del dialogo di commento (commento, nome computer, applicazione opp. utente)?
Perché in WinCC Alarm Control le intestazioni delle colonne nella runtime non vengono visualizzate correttamente?
Perché nella finestra di archivio vengono visualizzate solo 1000 segnalazioni, nonostante nell'archivio le segnalazioni siano di più?
Che significato hanno le impostazioni sotto "Applica impostazioni di progetto" nella scheda Blocchi di segnalazione nella configurazione del WinCC Alarm Control?
Come si utilizza la proprietà "MsgFilterSQL" del WinCC Alarm Control, per filtrare con uno statement SQL le segnalazioni da visualizzare?
Numero di ordinazione:

Istruzioni
Questo articolo mostra, sulla base di un esempio, come viene dinamicizzata la proprietà "MsgFilterSQL" del WinCC Alarm Control, per impostare il seguente filtro delle segnalazioni in un WinCC Alarm Control. Con l'aiuto del filtro delle segnalazioni devono essere visualizzate solo quelle segnalazioni che:

  • sono associate alle classi di segnalazione "Classe 1" ("Allarme"), "Classe 2" ("Avvertimento") opp. "Classe 4" ("Segnalazioni di guida del processo AS").
  • nel blocco di testo utente "tb1" ("Origine") contengono la stringa "TI4711" .
  • nel blocco di testo utente "tb2" ("Area") contengono esattamente la stringa "area1" opp. "area2" .
  • non sono soppresse (la possibilità di sopprimere allarmi è disponibile a partire da WinCC V6.2.)

Lo script che è rappresentato nella figura seguente impegna la proprietà "MsgFilterSQL" del WinCC Alarm Control con una "clausola where SQL" e con un'ulteriore flag, così che vengono visualizzate solo le segnalazioni desiderate.


Figura 01

Informazione generali si trovano nel WinCC Information System sotto "Lavorare con WinCC > Struttura di un sistema di segnalazione > Rappresentazione di segnalazioni durante la runtime > Statement SQL per il filtraggio di segnalazioni nello Alarm Control".

La tabella seguente descrive i componenti dello statement SQL utilizzato.
 

N.

Descrizione

1

"#VisibleOnly\\"
Da WinCC V6.2
è possibile sopprimere segnalazioni. Per visualizzare solo le segnalazioni soppresse opp. solo quelle non soppresse, sono disponibili le due stringhe di comando "#VisibleOnly\" e "#HiddenOnly\". Poiché il carattere "\" nel linguaggio di programmazione "C" è un carattere speciale, esso viene sostituito nell'ambito di una stringa in C da "\\".

  • Le stringhe "#VisibleOnly\" e "#HiddenOnly\" possono essere utilizzate solo proprio all'inizio opp. proprio alla fine dello statement SQL.
  • Tramite la stringa di comando "#VisibleOnly\" vengono visualizzate solo le segnalazioni non soppresse.
  • Tramite la stringa di comando "#HiddenOnly\" vengono visualizzate solo le segnalazioni soppresse.
  • Se non si utilizza né stringa di comando "#VisibleOnly\" né la stringa di comando "#HiddenOnly\", allora vengono visualizzate le segnalazioni soppresse e non soppresse.

Avvertenza
Lo statement SQL contiene le impostazioni del "dialogo di selezione". Da WinCC V6.2 lo statement SQL contiene inoltre le impostazioni del dialogo "Opzioni di visualizzazione". Le impostazioni nei due dialoghi non si influenzano tra loro. Tenere conto delle avvertenze nella sezione "Statement SQL non rappresentabili".

2

"CLASS IN(1,2,4)"
Con questa parte di istruzione vengono visualizzate solo le segnalazioni che sono associate alle classi di segnalazione "Classe 1" ("Allarme")"Classe 2" ("Avvertimento") e "Classe 4" ("Segnalazioni di guida del processo AS"). I tipi di segnalazione utilizzate vengono assegnati tramite il numero di tipo di segnalazione. Il singolo numero di un tipo di segnalazione si trova nell'editor Alarm Logging nel dialogo "Configura classi di segnalazione".

3

"AND TYPE IN(1, 2, 19, 20, 55, 56)"
Con questa parte di istruzione viene ampliato il criterio di filtro. Ora vengono visualizzate quelle segnalazioni che sono associate ai tipi di segnalazione "Tipo 1", "Tipo 2", "Tipo 19", "Tipo 20", "Tipo 55" opp. "Tipo 56". I tipi di segnalazione utilizzate vengono assegnati tramite il numero di tipo di segnalazione. Il singolo numero di un tipo di segnalazione si trova nell'editor Alarm Logging nel dialogo "Tipo" di un tipo di segnalazione.

Avvertenza
Poiché in questo esempio applicativo non deve avvenire alcun esplicito filtraggio riferito ai tipi di segnalazione, questa parte di istruzione dal punto di vista dell'interrogazione SQL potrebbe essere semplicemente tralasciata, per ottenere lo stesso effetto. Tenere conto però dell'avvertenza nella Riga 2 della tabella in basso.

4

"AND TEXT1 LIKE 'TI4711'"
Con questa parte di istruzione viene ampliato il criterio di filtro. Ora vengono visualizzate quelle segnalazioni che nel blocco di testo utente "TB1" contengono la stringa "TI4711".

Avvertenza
L'istruzione "LIKE" in questo punto si scosta un ooco dalla consueta sintassi SQL. Nell'istruzione LIKE in WinCC non si può utilizzare il carattere speciale "%" come salvaposto.

5

"AND TEXT2 IN('area1', 'area2')"
Con questa parte di istruzione viene ampliato il criterio di filtro. Ora vengono visualizzate quelle segnalazioni che nel blocco di testo utente "TB2" contengono esattamente la stringa "area1" opp. "area2".

Avvertenze
Tenere conto però dell'avvertenza nella Riga 1 della tabella in basso.

Statements SQL non rappresentabili
Se il filtro delle segnalazioni viene definito con una istruzione SQL, può aversi in caso in cui il filtro delle segnalazioni impostato non può essere visualizzato nel dialogo di selezione opp. nel dialogo "Opzioni di visualizzazione" del WinCC Alarm Control. Se un criterio di filtro di questo tipo è attivo su WinCC Alarm Control e si apre poi il dialogo di selezione opp. il dialogo "Opzioni di visualizzazione", allora arriva la segnalazione che la selezione attuale non può essere visualizzata nel dialogo di selezione e viene rifiutata.


Figura 02

La tabella seguente descrive le condizioni di filtro SQL che eseguono il filtraggio delle segnalazioni desiderato nella runtime, ma che non possono essere visualizzate nel dialogo di selezione del WinCC Alarm Control.
 

N.

Descrizione

1

"Clausola IN con i blocchi di testo utente"
Con l'aiuto dell'operatore IN è possibile definire diversi testi che valgano come il criterio di filtro per un blocco di testo comune. Per esempio con questo metodo si può definire un criterio di filtro che visualizza le segnalazioni di più aree selezionate (p. es. parte di impianto A opp. parte di impianto B).

Una condizione di filtro di questo tipo non può essere visualizzata nel dialogo di selezione del WinCC Alarm Control, poiché nel dialogo di selezione non possono essere assegnate più stringhe come criterio di filtro per un blocco di testo utente.

2

Filtri senza l'indicazione dei tipi di segnalazione
Se deve essere definito un filtro per le classi di segnalazioni, dove i tipi di segnalazione non sono rilevanti, dal punto di vista dell'interrogazione SQL si può fare a meno dell'indicazione esplicita del tipo di segnalazione. Il filtro di segnalazione non può però essere visualizzato completamente nel dialogo di selezione dello Alarm Control. Se nello statement SQL vengono indicati esplicitamente tutti i tipi di segnalazioni per tutte le classi di segnalazione, la visualizzazione è completa.

Avvertenza
In questo caso non compare la segnalazione di avvertimento sopraccitata che il criterio di filtro non può essere visualizzato.

3

Scrittura in maiuscolo/minuscolo di operatori SQL
Il  dialogo di selezione del WinCC Alarm Control non supporta in tutti casi la scrittura in minuscolo degli operatori SQL (p. es. LIKE, TYPE). Il filtro di segnalazione viene si eseguito correttamente, ma la visualizzazione del filtro delle segnalazioni nel dialogo di selezione non è completa.
Per questo motivo scrivere sempre gli operatori SQL in carattere maiuscolo.

Avvertenza
In questo caso non compare la segnalazione di avvertimento sopraccitata che il criterio non può essere visualizzato.

4

Impiego in comune
Non utilizzare alcuna condizione di filtro per la quale per la quale per un determinato blocco di testo utente venga effettuata l'interrogazione su uguaglianza completa (operatore "=") e per altri blocchi di testo venga effettuata l'interrogazione su uguaglianza non completa (operatore "LIKE"). La mescolanza dei due operatori porta ad una visualizzazione errata delle segnalazioni nel WinCC Alarm Control.

Avvertenza
Si può, al posto dell'operatore "=" utilizzare l'operatore "IN", per definire la stessa condizione di filtro per le segnalazioni. Gli operatori IN e LIKE possono essere combinati insieme su un blocco di testo utente. Pare però attenzione al avvertenze contenute nella Riga 1 di questa tabella.

 Articolo con ID:5668269   Data:2007-04-23 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour