visualizza l'elenco degli articoli
WinCC -- Progettazione di allarmi e segnalazioni -- Visualizzazione di allarmi e segnalazioni in Alarm Control
Come è possibile importare le selezioni dei messaggi nel WinCC AlarmControl?
Invio a WinCC dei valori ausiliari di processo come testo
Come si possono in WinCC Alarm Control, anche nella runtime, modificare, indipendentemente dalle impostazioni dello Alarm Logging, i colori delle segnalazioni visualizzate?
Come si possono selezionare segnalazioni in WinCC AlarmControl?
Come si discrimina in WinCC l'elaborazione delle segnalazioni nelle liste delle segnalazioni e negli archivi.
La segnalazione di valore limite è presente, nonostante i limiti non siano stati superati
Come si può visualizzare l'ultima segnalazione nella prima riga dello Alarm OCX?
Che cosa si può fare se nella runtime non vengono visualizzati gli allarmi?
Come è possibile visualizzare testi di segnalazione a più righe in Alarm Control?
Come vengono visualizzate le segnalazioni dal WinCC Alarm Control?
Come si può visualizzare in una segnalazione l'utente che ha effettuato il login?
Come si utilizza la proprietà "MsgFilterSQL" del WinCC Alarm Control, per filtrare con uno statement SQL le segnalazioni da visualizzare?
Come si possono visualizzare durante la runtime nel WinCC Alarm Control solo segnalazioni selezionate?
Come si utilizza la funzione standard "AXC_SetFilter()"?
Come è configurata l'istruzione di formato per visualizzare i contenuti dei valori delle variabili WinCC durante la runtime nel blocchi di testo utente di una segnalazione?
Come è possibile filtrare le segnalazioni, a seconda dei server, nel WinCC Alarm Control?
Come si può visualizzare o stampare nel blocco di testo utente il contenuto del dialogo di commento (commento, nome computer, applicazione opp. utente)?
Perché in WinCC Alarm Control le intestazioni delle colonne nella runtime non vengono visualizzate correttamente?
Perché nella finestra di archivio vengono visualizzate solo 1000 segnalazioni, nonostante nell'archivio le segnalazioni siano di più?
Che significato hanno le impostazioni sotto "Applica impostazioni di progetto" nella scheda Blocchi di segnalazione nella configurazione del WinCC Alarm Control?
WinCC -- Progettazione di allarmi e segnalazioni -- Parametrizzazione di Alarm Logging
Come si può calcolare il volume dati necessario nel server di archivio centrale?
Come è possibile generare una segnalazione in WinCC, se nel backup dell'archivio manca il percorso del backup, non raggiungibile opp. il supporto dati è pieno?
Come si può disinserire la segnalazione 1000915 "Terminal adapter <Mac Adresse> disconnesso"?
Come si può evitare che al richiamo della funzione OpenPicture tramite LoopInAlarm tutto lo schermo venga coperto?
Come si può aumentare il timeout per l'avvio e la conclusione di Alarm Logging?
Che significato hanno le segnalazioni di errore: "Buffer di trasferimento troppo piccolo", "TagQueue overflow", "Segnalazioni vanno perdute"
Quali funzioni hanno i diversi tipi di variabile con le segnalazioni singole?
Come si può, nella lista degli allarmi, lasciare che determinate segnalazioni pulsino, fino a quando l'utente non le ha riconosciute?
Quale formato è il più adatto nella definizione delle variabili evento di AlarmLogging?
Che cosa si può fare se nella runtime non vengono visualizzati gli allarmi?
Come è possibile assegnare le funzioni dei pulsanti della barra degli strumenti di WinCCAlarmLogging OCX a pulsanti esterni?
Come possono cancellare segnalazioni singole in una segnalazione cumulativa?
Generare segnalazioni con alimentazione indiretta dei valori limite
A cosa occorre fare attenzione nella assegnazione dei nomi di tipi di segnalazione, classi di segnalazioni e segnalazioni cumulative?
Perché il pulsante della barra dei tool "Commento" dello Alarm Logging Controls in runtime non viene visualizzato?
Rappresentare valori di processo in Alarm Logging
Come si possono modificare i testi di stato delle classi di segnalazioni da +, -, * in testi proprietari?
Come si può verificare nella progettazione dell'Alarm Logging, se variabili di conferma, di stato e di segnalazione sono state utilizzate più volte opp. se le variabili di segnalazione non sono progettate correttamente?
Come è possibile durante la runtime, al comparire di una segnalazione, rilevare i testi di segnalazione opp. i valori accompagnatori di processo nella corrispondente azione specifica utente "GMsgFunction()"?
Come si possono visualizzare segnalazione nella runtime e come si può operare su di esse?
Come è configurata l'istruzione di formato per visualizzare i contenuti dei valori delle variabili WinCC durante la runtime nel blocchi di testo utente di una segnalazione?
Come si possono memorizzare segnalazioni nelle quali il testo di segnalazione è costituito da un testo fisso ed un testo variabile?
Qual’è lo stato delle variabili di stato/conferma in AlarmLogging?
Quali stati può assumere una segnalazione durante la runtime?
Come si può, con l'aiuto della sorveglianza limiti di Alarm logging, sorvegliare la memoria libera di un disco?
Perché dopo l'avvio della runtime di WinCC compare una segnalazione di Guida del processo con il testo ".....già occupato dalla segnalazione"?
Come si possono progettare classi di segnalazione definite dall'utente?
Come si può modificare il ciclo di rilevamento dello Alarm Logging?
Come si può utilizzare la variabile di stato per una segnalazione?
Di quale particolarità occorre tener presente con la funzionalità "Loop in Alarm"?
Come si possono esportare, modificare e nuovamente importare testi di segnalazione?
Come è configurata l'istruzione di formato per visualizzare i contenuti dei valori delle variabili WinCC durante la runtime nel blocchi di testo utente di una segnalazione?
Numero di ordinazione:

Istruzioni
Se i contenuti di variabili di processo devono essere visualizzati tramite blocchi di testo utente, nel blocco di testo utente è necessaria una speciale istruzione di formato. L'istruzione di formato definisce il blocco di valore di processo così come la posizione, il tipo dati e opzionalmente il parametro di formattazione (numero delle posizioni, precisione, orientamento) per la visualizzazione nella runtime.

Per la progettazione del testo di segnalazione l'editor Alarm Logging rende disponibile il dialogo di selezione "Inserisci il valore di processo", per poter creare ed inserire in modo confortevole l'istruzione di formato.

( 17 KB )
Figura 01

Nel campo "Emissione" di questo dialogo viene visualizzata la stringa di formato che viene inserita nel testo utente premendo il pulsante "OK". Un campo di emissione mostra ad esempio come appare la visualizzazione del valore di processo nella runtime. In questo modo si vede già al momento della progettazione l'effetto del parametro di formattazione scelto. Una descrizione dettagliata sull'argomento si trova nel WinCC Information System sotto:

  • "Lavorare con WinCC > Struttura di un sistema di segnalazione > Progettazione del sistema di segnalazione > Lavorare con segnalazioni singole > In questo modo si definiscono i testi di segnalazione di una segnalazione singola".
  • "Lavorare con WinCC > Struttura di un sistema di segnalazione > Progettazione del sistema di segnalazione > Lavorare con segnalazioni singole > Così si inseriscono valori di processo nei blocchi di testo utente"

In alcuni casi può avere senso opp. può essere necessario conoscere la struttura dell'istruzione di formato, poiché talvolta non è possibile opp. non è sensato l'impiego del dialogo di selezione "Inserimento di valore di processo".

  • La segnalazione non viene progettata con l'editor "Alarm Logging". Le segnalazioni possono essere elaborate tramite Microsoft Excel (p. es. Configuration Tool, Archive Configuration Tool, file .csv) opp. nell'ambito del sistema di segnalazione in sequenza temporale corretta nell'ambito dello STEP 7. Il dialogo "Inserimento di valore di processo" in questi casi non è disponibile.
  • La formattazione di segnalazioni esistenti deve essere modificata. Se per questo si utilizza il dialogo di selezione "Inserimento di valore di processo", l'istruzione di formato esistente deve essere cancellata manualmente, poiché il dialogo di selezione inserisce sempre una nuova istruzione di formato. L'editazione diretta dell'istruzione di formato in determinate circostanze è più semplice.
  • L’istruzione di formato è simile alla istruzione di formato "printf" del linguaggio di programmazione "C". Il dialogo di selezione "Inserimento di valore di processo" non supporta però tutte le possibilità di emissione p. es.:
    • per la rappresentazione di valori numerici esadecimali viene di norma utilizzato sempre il parametro di formattazione "x" minuscolo. Di conseguenza le lettere con i numeri esadecimali vengono sempre rappresentate in minuscolo. Il parametro di formattazione "X" maiuscolo viene utilizzato per la visualizzazione di lettere maiuscole, esso però non viene supportato dal dialogo di selezione "Inserimento di valore di processo".
    • Per la rappresentazione di valori in virgola mobile si utilizza sempre il parametro di formattazione "f". I parametri di formattazione "g" opp. "e" non vengono supportati dal dialogo di selezione "Inserimento di valore di processo".

Nel seguito vengono descritti i parametri più importanti della istruzione di formato:

@<N>%[A][Y][.Z]<F>@

opp.

@<N><printf-Formatstring>@

Avvertenza
La seguente descrizione usa parentesi quadre e parentesi ad angolo. Queste servono per la descrizione dei diversi parametri della istruzione di formato, essi non vengono indicati nella stringa di formato.

  • I parametri in parentesi quadre "[]" sono parametri opzionali, essi possono essere anche tralasciati.
  • I parametri in parentesi ad angolo "<>" sono parametri obbligatori, essi devono essere indicati.
  • Una parte della istruzione di formato ("printf-Formatstring") è simile alla istruzione di formato printf del linguaggio di programmazione "C". Informazioni dettagliate sull'argomento si trovano nella corrispondente documentazione, letteratura tecnica opp. in Internet.
  • La descrizione di parametri contiene, se presente, i nomi dei campi di introduzione, dei campi di selezione e delle possibilità di selezione che sono predisposte dal dialogo "Inserimento di valore di processo".

N

Campo di selezione "Blocco del valore di processo:"
Numero del blocco del valore di processo che deve essere incorporato nel blocco di testo utente..

1..10

Si possono utilizzare il numeri dei blocchi di valore di processo 1 ... 10.

F

Campo di selezione "Typ:"
Questo parametro deve essere scelto in modo che si adatti al tipo dati della variabile WinCC che deve essere collegata con il valore accompagnatorio di processo.

s

"Text:"
Per valori accompagnatori di processo del tipo dati:

  • set di caratteri di testo variabile a 8 bit
  • set di caratteri di testo variabile a 16 bit

Avvertenza
Variabili WinCC del tipo "Riferimento di testo" non sono possibili come valori accompagnatori di processo.

d

"Numero in virgola fissa (decimale)"
Valori accompagnatori di processo del tipo dati "Integer con segno":

  • variabile binaria
  • valore a 8 bit con opp. senza segno
  • valore a 16 bit con opp. senza segno
  • valore a 32  bit con opp. senza segno

La visualizzazione avviene in modo decimale con segno.

o

"Numero in virgola fissa (ottale)"
Valore accompagnatorio di processo del tipo " Integer senza segno ":

  • variabile binaria
  • valore a 8 bit senza segno
  • valore a 16 bit senza segno
  • valore a 32  bit senza segno

La visualizzazione avviene in ottale.

x

"Numero in virgola fissa (esadecimale)"
Valore accompagnatorio di processo del tipo "Integer senza segno":

  • variabile binaria
  • valore a 8 bit senza segno
  • valore a 16 bit senza segno
  • valore a 32  bit senza segno

La visualizzazione avviene in esadecimale, dove per la visualizzazione del valore numerico vengono utilizzate le lettere minuscole.

X

nessuna possibilità di impostazione nel dialogo “Inserimento di valore di processo”
come "x";
La visualizzazione avviene in esadecimale, dove per la visualizzazione nel valore numerico vengono utilizzate lettere maiuscole.

f

"Numero in virgola mobile"
Valore accompagnatorio di processo del tipo "Numero in virgola mobile"

  • numero in virgola mobile a 32 bit IEEE 754
  • numero in virgola mobile a 64  bit IEEE 754

La visualizzazione avviene, se non definito diversamente, con sei posizioni dopo la virgola

e

Nessuna possibilità di impostazione nel dialogo “Inserimento di valore di processo”
Valore accompagnatorio di processo del tipo "Numero in virgola mobile"

  • numero in virgola mobile a 32 bit IEEE 754
  • numero in virgola mobile a 64  bit IEEE 754

La visualizzazione avviene in rappresentazione esponenziale.

Y

Campo di introduzione "Numero delle posizioni:"
Larghezza complessiva (numero di caratteri) della visualizzazione
Avvertenza
Questo valore rappresenta l'intero numero di caratteri per la visualizzazione del valore. In questo valore vengono presi in considerazione spazi, zeri opp. un carattere di separazione decimale (virgola).

Z

Campo di introduzione "Precisione:"
Numero delle posizioni dopo la virgola

A

Campo opzionale "Allineato a sinistra"
Allineamento
Se non si utilizza questa indicazione, l'allineamento avviene a destra.

+

allineato a destra

-

allineato a sinistra

0

Campo opzionale "riempimento con 0"
Se viene utilizzato questo parametro, la visualizzazione viene riempita di zeri fino alla larghezza complessiva della visualizzazione (parametro "Y").

Le figure seguenti mostrano esempi per la progettazione di formati di visualizzazione diversi e la corrispondente visualizzazione nella runtime.

( 3 KB )
Figura 02

( 35 KB )
Figura 03

( 60 KB )
Figura 04

 Articolo con ID:25158897   Data:2007-04-11 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Argomenti
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour