visualizza l'elenco degli articoli
WinCC -- Progettazione di allarmi e segnalazioni -- Parametrizzazione di Alarm Logging
Come si può calcolare il volume dati necessario nel server di archivio centrale?
Come è possibile generare una segnalazione in WinCC, se nel backup dell'archivio manca il percorso del backup, non raggiungibile opp. il supporto dati è pieno?
Come si può disinserire la segnalazione 1000915 "Terminal adapter <Mac Adresse> disconnesso"?
Come si può evitare che al richiamo della funzione OpenPicture tramite LoopInAlarm tutto lo schermo venga coperto?
Come si può aumentare il timeout per l'avvio e la conclusione di Alarm Logging?
Che significato hanno le segnalazioni di errore: "Buffer di trasferimento troppo piccolo", "TagQueue overflow", "Segnalazioni vanno perdute"
Quali funzioni hanno i diversi tipi di variabile con le segnalazioni singole?
Come si può, nella lista degli allarmi, lasciare che determinate segnalazioni pulsino, fino a quando l'utente non le ha riconosciute?
Quale formato è il più adatto nella definizione delle variabili evento di AlarmLogging?
Che cosa si può fare se nella runtime non vengono visualizzati gli allarmi?
Come è possibile assegnare le funzioni dei pulsanti della barra degli strumenti di WinCCAlarmLogging OCX a pulsanti esterni?
Come possono cancellare segnalazioni singole in una segnalazione cumulativa?
Generare segnalazioni con alimentazione indiretta dei valori limite
A cosa occorre fare attenzione nella assegnazione dei nomi di tipi di segnalazione, classi di segnalazioni e segnalazioni cumulative?
Perché il pulsante della barra dei tool "Commento" dello Alarm Logging Controls in runtime non viene visualizzato?
Rappresentare valori di processo in Alarm Logging
Come si possono modificare i testi di stato delle classi di segnalazioni da +, -, * in testi proprietari?
Come si può verificare nella progettazione dell'Alarm Logging, se variabili di conferma, di stato e di segnalazione sono state utilizzate più volte opp. se le variabili di segnalazione non sono progettate correttamente?
Come è possibile durante la runtime, al comparire di una segnalazione, rilevare i testi di segnalazione opp. i valori accompagnatori di processo nella corrispondente azione specifica utente "GMsgFunction()"?
Come si possono visualizzare segnalazione nella runtime e come si può operare su di esse?
Come è configurata l'istruzione di formato per visualizzare i contenuti dei valori delle variabili WinCC durante la runtime nel blocchi di testo utente di una segnalazione?
Come si possono memorizzare segnalazioni nelle quali il testo di segnalazione è costituito da un testo fisso ed un testo variabile?
Qual’è lo stato delle variabili di stato/conferma in AlarmLogging?
Quali stati può assumere una segnalazione durante la runtime?
Come si può, con l'aiuto della sorveglianza limiti di Alarm logging, sorvegliare la memoria libera di un disco?
Perché dopo l'avvio della runtime di WinCC compare una segnalazione di Guida del processo con il testo ".....già occupato dalla segnalazione"?
Come si possono progettare classi di segnalazione definite dall'utente?
Come si può modificare il ciclo di rilevamento dello Alarm Logging?
Come si può utilizzare la variabile di stato per una segnalazione?
Di quale particolarità occorre tener presente con la funzionalità "Loop in Alarm"?
Come si possono esportare, modificare e nuovamente importare testi di segnalazione?
Come si può utilizzare la variabile di stato per una segnalazione?
Numero di ordinazione:

Istruzioni
Per una segnalazione singola o di gruppo in WinCC nell'editor Alarm Logging si può definire una variabile di stato. Questa può essere una variabile di WinCC, interna opp. Esterna, del tipo dati “Valore a 8 bit senza segno”, “Valore a 16 bit senza segno” opp. "Valore a 32 bit senza segno". Nella variabile di stato di una segnalazione durante la runtime vengono rese disponibili dal sistema le seguenti informazioni:

  • segnalazione arrivata / terminata (bit di stato)
  • segnalazione confermata (bit di conferma)

Questi due stati vengono rappresentati all'interno della variabile di stato da 2 bit separati (bit di stato e bit di conferma). In funzione del dati della variabile di stato si può rappresentare in una variabile di stato un numero diverso di segnalazioni. Con una variabile di stato del tipo dati "Valore a 8 bit senza segno" si possono rappresentare gli stati di 4 segnalazioni, con una variabile di stato del tipo dati "Valore a 16 bit senza segno" si possono rappresentare gli stati di 8 segnalazioni e con una variabile di stato del tipo dati “Valore a 32 bit senza segno” si possono rappresentare gli stati di 16 segnalazione.

Nell'editor Alarm Logging l'utente parametrizza la variabili di stato e definisce la posizione di un bit di stato all'interno della variabile di stato. Non è possibile definire tutti i bit di una variabile di stato come bit di stato. In funzione del tipo dati della variabile di stato si possono definire i primi 4 bit ("Valore a 8 bit senza segno"), i primi 8 bit ("Valore a 16 bit senza segno") opp. i primi 16 bit ("Valore a 32 bit senza segno") come bit di stato. I restanti bit rappresentano i bit di conferma. All’interno della variabile di stato ad ogni bit di stato è correlato un bit di conferma. Se durante la runtime il bit di stato è impostato, questo significa che la corrispondente segnalazione è arrivata - (l'evento che ha generato la segnalazione è presente indipendentemente dallo stato della conferma).
Se durante la runtime il bit di stato di una segnalazione non è impostato, questo significa che la corrispondente segnalazione è terminata - (l'evento che ha generato la segnalazione non è più presente, indipendentemente dallo stato della conferma). Questo comportamento non vale per le segnalazioni, per le quali la corrispondente classe di segnalazione ha la proprietà "Segnalazioni scomparse senza stato".

La posizione del bit di conferma in una variabile di stato si ottiene dalla posizione del bit di stato e da un offset. L'offset dipende dal tipo dati della variabile di stato. L'offset vale 4 bit con un tipo dati “Valore a 8 bit senza segno”, 8 bit con un tipo dati “Valore a 16 bit senza segno”) e 16 bit con un tipo dati “Valore a 32 bit senza segno”).

Il bit di conferma viene impostato dal sistema, quando arriva una segnalazione con obbligo di conferma. Il bit di conferma viene resettata del sistema, quando la segnalazione è confermata. Nel caso di una segnalazione senza obbligo di conferma, il bit di conferma non viene impostato.

Attenzione!

  • Il bit di stato di una variabile di stato deve essere correlato con una sola segnalazione.
  • Bit di conferma e di stato vengono resettati o non vengono impostati in caso di blocco di una segnalazione.
    L'informazione se una segnalazione è bloccata opp. no, non è contenuta nella variabile di stato. Nel caso di una segnalazione di gruppo c'è la possibilità di visualizzare l'informazione di blocco in una variabile di blocco addizionale. Se una segnalazione viene bloccata, i bit di stato e di conferma della variabile di stato vengono resettati opp. non impostati indipendentemente dallo stato della segnalazione.
  • Particolarità nelle segnalazioni in sequenza temporale
    Con una segnalazione in sequenza temporale in linea di principio è possibile progettare una variabile di stato. La progettazione della variabile di stato viene però cancellata in occasione della successiva compilazione OS. Se lo stato della segnalazione di una segnalazione in sequenza temporale è necessario, si raccomanda di utilizzare la variabile "*.EventState". Informazioni su questo argomento si trovano nel WinCC Information System sotto "Lavorare con WinCC > Creazione di pagine di processo > Lavorare con oggetti > Lavorare con oggetti della gamma degli oggetti > Lavorare con oggetti smart > Visualizzazione cumulativa".

Ulteriori informazioni sull'argomento Variabili di stato si trovano nel WinCC Information System sotto:

  • "Lavorare con WinCC > Struttura di un sistema di segnalazione > Progettazione del sistema di segnalazione > Lavorare con segnalazioni singole > Variabili di una segnalazione singola > Variabili di stato di una segnalazione singola".
  • "Lavorare con WinCC > Struttura di un sistema di segnalazione > Progettazione del sistema di segnalazione > Lavorare con segnalazioni di gruppo > Variabile di stato di una segnalazione di gruppo"

 Articolo con ID:24706826   Data:2007-03-12 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour