visualizza l'elenco degli articoli
ET 200S (unità standard) -- Progettazione e programmazione della comunicazione -- Utilizzo dei blocchi di comunicazione
In caso di impiego dell'FB81 S_MODB su una S7-400 con oltre 8 Kbyte di merker, come è possibile accedere all'area merker superiore a MB 255?
Come si imposta il parametro di immissione TIME_RTS_OFF dell'istruzione S_V24 in presenza di basse velocità di trasmissione dei dati?
Come si utilizza il modulo ET200S 1SI in combinazione con una CPU S7-15xx?
CPU S7 come PROFINET IO Device
Quali limitazioni ci sono per i job attivi nella comunicazione con SFC 58 / SFC 59 opp. SFB 52 / SFB 53 tramite PROFIBUS DP opp. PROFINET IO?
Quali porte sono abilitate per la comunicazione Modbus/TCP e quanti client Modbus possono comunicare con una CPU SIMATIC S7 come server Modbus?
Come vengono programmati i blocchi di comunicazione FB63 "TSEND", FB64 "TRCV", FB65 "TCON" e FB66 "TDISCON", per utilizzare il protocollo TCP per lo scambio dati tramite l'interfaccia PROFINET integrata di una CPU S7-300 o S7-400?
Come vengono programmati i blocchi di comunicazione FB63 "TSEND", FB64 "TRCV", FB65 "TCON" e FB66 "TDISCON", per utilizzare il protocollo ISO-on-TCP per lo scambio dati tramite l'interfaccia PROFINET integrata di una CPU oppure tramite CP443-1 Advanced?
Come vengono programmati i blocchi di comunicazione FB67 "TUSEND", FB68 "TURCV", FB65 "TCON" e FB66 "TDISCON", per utilizzare il protocollo UDP per lo scambio dati tramite l'interfaccia PROFINET integrata di una CPU?
A quali impostazioni occorre fare attenzione nel collegamento di un apparecchio SIMATIC HMI, progettato con WinCC flexible ES ad una SIMATIC ET 200-CPU?
Funzione "Segnalazione di errore di sistema" utilizzabile con la CPU ET 200S a partire dalla versione firmware 2.1
Impiego dello SFB75 (Invio di allarme al master DP) su una CPU ET 200S
Impiego dello SFB75 (Invio di allarme al master DP) su una CPU ET 200S
Numero di ordinazione:

DOMANDA
A cosa occorre fare attenzione nell'impiego dello SFB75 (SALRM) ad una CPU ET 200S (IM 151-7)?

RISPOSTA

1. Livello di versione della CPU ET 200S
Lo SFB75 "Invio di allarme al master DP" viene supportato a partire dalle seguenti versioni.

CPU ET 200S

dalla versione

N. di ordinazione  

IM 151-7 CPU

V2.0

6ES7 151-7AA10-0AB0

IM 151-7 F CPU

 V2.0

6ES7 151-7FA00-0AB0

Tabella 1 Versioni minime delle CPU ET200S a partire dalle quali viene supportato lo SFB 75

2. La CPU ET200S deve essere interconnessa come slave S7
Per poter utilizzare lo SFB75 (SALRM) per l'invio di un allarme al master, la CPU ET200S deve essere incorporata come slave S7.

Una CPU ET200S viene incorporata come slave S7 se essa viene definita insieme al master nello stesso progetto. Qui la CPU ET200S deve essere collegata al master tramite Profibus DP > Stazioni già progettate > ET200S > CPU. Ulteriori informazioni sull'argomento si trovano nel capitolo 7.1 del manuale "ET 200S Interfacemodul IM151-7 CPU" nell'articolo con ID 12714722.

Avvertenza
Nella incorporazione della CPU ET200S tramite file GSD non è possibile generare allarmi. Questo significa che su un master DP V0 come p. es. il CP 342-5, non è possibile utilizzare lo SFB 75. In questo caso nello SFB-STATUS viene messo il valore W#16#8091.

3. Inserimento della diagnostica per i moduli
Una diagnostica dettagliata di un modulo può essere letta solamente se questo è acceso.

 

Figura 1 Inserimento della diagnostica sull'esempio di un modulo analogico

4. Il richiamo dello SFB 75 influenza il LED SF sullo slave
Se si invia un allarme di diagnostica tramite lo SFB 75, il sistema operativo della CPU ET200S influenza la locale informazione di Stato unità (DS1 e SZL-ID W#16#xy91) così come il LED SF con il bit 0 nel byte 0 di AINFO. Nella CPU ET200S non ha luogo però alcuna registrazione nel buffer di diagnostica e non viene avviato alcun OB di allarme di diagnostica.

5. SFB75 può inviare al master max. 16 byte di informazione addizionale di allarme
Sul parametro LEN dello SFB75 può essere indicato max. il valore 16. In questo modo sono possibili max. 16 byte di informazione addizionale di allarme. Il record di dati di un modulo dello ET200S può però essere lungo fino a 44 byte. Perciò occorre ridurre l'informazione necessaria ai 16 byte. Qui non è possibile modificare i primi quattro byte, perché questi sono utilizzati dallo OB 82 del master per creare una voce di registrazione valida nel buffer di diagnostica.

Avvertenze 
Con lo SFB 54 "RALARM" vengono letti sul master DP i 16 byte precedentemente inviati.
Fare attenzione che con l'invio dell'SFB 75 il record di dati 1 per il corrispondente slot virtuale viene impostato sul valore presente sul parametro LEN. Così con lo SFC 59 "RD_REC" sul master non possono essere letti tutti i 44 byte di diagnostica eventualmente presenti.

6. L'SFB lavora sincrono
Lo SFB75 "SALRM" lavora sincrono, cioè l'elaborazione si estende su più richiami SFB e quindi su più cicli PROFIBUS opp. OB 1. 
Con la CPU ET200S si possono elaborare, quasi contemporaneamente, max. 34 richiami SFB appartenenti a job diversi.

7. L'allarme lavora solo sugli slot virtuali
Il master DP non conosce la configurazione della stazione CPU ET200S. Sul master vengono predisposti solo slot virtuali. Un allarme può avvenire quindi solo su questi slot virtuali.

8. Effetti sul traffico dati su PROFIBUS
Un richiamo dello SFB 75 nella CPU ET200S genera sul PROFIBUS un telegramma di risposta ad alta priorità dello I-Slave (CPU ET200S) al master DP. Questo ha come conseguenza che il master DP richiede una diagnostica dallo slave DP. Lo slave DP invia allora al master DP un telegramma di diagnostica. In questo telegramma di diagnostica vengono inseriti i dati del parametro AINFO dello SFB 75 (richiamo dello I-Slave). Poi il master genera un allarme che conferma lo slave.



 Articolo con ID:19814525   Data:2005-02-06 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Argomenti
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour