visualizza l'elenco degli articoli
WinCC -- Creazione della configurazione HMI -- Creazione di blocco immagine
Perché al cambio utente (effettuazione del login/uscita) i faceplate aperti dovrebbero essere chiusi?
WinCC, progettazione di visualizzazione cumulativa
Dopo la copia di pulsanti, i blocchi immagine non vengono più rappresentati.
Un wizard creato in proprio, da WinCC V5 non crea più script relativi a eventi di un oggetto utente o un oggetto OCX.
Come si può aprire durante la runtime un faceplate appartenente a un oggetto utente?
Come si può progettare in WinCC una emissione in virgola mobile?
Raggruppare oggetti dalla Siemens HMI Symbol Library
Come è possibile commutare tra visibile e invisibile un oggetto utente in una pagina di processo in runtime?
Come funziona la tecnica del faceplate con la proprietà "TagPrefix" di finestre di pagina?
Come si possono progettare efficacemente oggetti utente?
Come si possono visualizzare direttamente sull'oggetto utente nella runtime di WinCC le informazioni di tutti i punti di misura inseriti nella pagina di processo?
Come si può dinamicizzare la proprietà di un oggetto utente con una funzione in C di valore generale - senza un successivo adattamento del nome della variabile e del trigger?
Perché da WinCC V6 non sono più disponibili i DynamicWizard "Creazione di faceplate come tipo" e "Creazione di istanze nella pagina impianto"?
Come si utilizza la proprietà Prefisso variabili?
Dopo la copia di pulsanti, i blocchi immagine non vengono più rappresentati.
Numero di ordinazione:

DOMANDA:
Perché non si possono più richiamare i blocchi immagine tramite un pulsante copiato?

RISPOSTA:
Con il wizard "Crea istanze in pagina impianto" sono state create istanze con l'opzione "più blocchi presentabili, ciascuno richiamabile tramite un pulsante". Poi uno dei pulsanti creati è stato copiato. Ora con uno dei pulsanti copiati non viene richiamata alcuna finestra di blocco immagine.

Questo ha la seguente causa:
il wizard crea una finestra immagine per ogni pulsante. Questo è necessario perché in runtime ha luogo una correlazione tra pulsanti e finestre immagine. Le finestre immagine, all'apertura dell'immagine, vengono registrate in una lista gestita dalla funzione standard Registry2. Poi ad ogni pulsante viene correlata in modo fisso una finestra immagine da questa lista.

Se si copiano i pulsanti senza copiare insieme anche la finestra immagine, allora non è possibile correlare ad ogni pulsante una finestra immagine. I blocchi immagine non vengono in questo caso richiamati.

Esempio:



Nell'esempio in alto con il "Pulsante 3" non viene richiamato alcun blocco immagine. L'attribuzione dei pulsanti alla finestre immagine dipende dalla sequenza di inizializzazione dei pulsanti nell'apertura delle immagini. Se il "Pulsante 2" è stato posto in un livello superiore rispetto al "Pulsante 3", al "Pulsante 3"è stata attribuita una finestra immagine. Con il "Pulsante 2" non è stato possibile aprire alcuna finestra immagine.

Quale pulsante rimane senza finestra immagine?
La inizializzazione del pulsante avviene a livelli. Dapprima vengono inizializzati i pulsanti sul livello 0, poi sul livello 1 ecc. In un livello vengono inizializzati per primi i pulsanti che per primi sono stati creati o spostati nel livello.

IMPORTANTE !!
Devono essere sempre progettate tante finestre immagine quanti sono i pulsanti che le richiamano.
Se si copia un pulsante, si copia anche una finestra immagine.

Ricerca:
Progettazione immagini

 Articolo con ID:1903171   Data:2000-02-21 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Argomenti
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour