visualizza l'elenco degli articoli
Industrial Ethernet S7-300/400 CPs -- Informazioni di prodotto -- Descrizione di sistema (protocolli)
Come si possono caricare i dati 3D, CAx e ePLAN per i prodotti SIMATIC?
Quali sono le differenze tra i prodotti OPEN MODBUS / TCP Redundant V1 e OPEN MODBUS / TCP Redundant V2?
A cosa occorre fare attenzione quando si attiva la funzione "SNMP" nella progettazione dei moduli di sicurezza?
Quali moduli di sicurezza supportano la funzione DNS?
Che cosa si deve osservare, quando si attivano e si utilizzano le funzioni di sicurezza del CP343-1 Advanced e CP443-1 Advanced?
A cosa occorre fare attenzione nel passaggio da un'unità al modello successivo CP443-1 o CP443-1 Advanced?
Come si può verificare l'autenticità dei moduli Siemens CP343-1 e CP443-1?
Quali IO-Controller e IO-Devices supportano le funzioni IRT, l'avviamento priorizzato, MRP, PROFIenergy, Shared-Device, I-Device e il funzionamento sincronizzato?
Quali unità SIMATIC S7-300/S7-400 supportano il telegramma dell'ora NTP per la sincronizzazione del tempo di sistema e come si attiva questo tipo di sincronizzazione dell'ora?
Quali moduli si possono impiegare nell'implementazione di una ridondanza software?
Quali tipi di connessione/protocolli vengono di norma supportati dalle CPU S7-300/400 e dai CP?
Quali nodi PROFINET supportano la messa in servizio automatica (sostituzione di apparecchio senza supporto di scambio) nella progettazione topologica e la sostituzione di apparecchi senza progettazione topologica?
Quali nodi PROFINET supportano la diagnostica PN avanzata e cosa si deve progettare?
Impiego di C-Plug con componenti di rete e CP SIMATIC
Quali caratteristiche hanno il servizi o i protocolli di comunicazione che possono essere utilizzati nella rete Industrial Ethernet?
Comportamento dei processori di comunicazione nel trasferimento dati tramite connessioni TCP senza RFC 1006
A cosa occorre fare attenzione con la funzione ICMP-Redirect (internet control message protocol) con riferimento all’indirizzo IP del router utilizzato con i CP Industrial Ethernet?
Una cosa occorre fare attenzione con la funzione Autonegotiation per la negoziazione del tipo di funzionamento LAN con i CP Industrial Ethernet?
Quali relazioni ci sono tra subnet mask e indirizzi IP con riferimento al subnetting e al supernetting (classless inter domain routing CIDR)?
Quali moduli supportano la funzione di routing S7?
Perché con la comunicazione TCP/IP aperta tramite Industrial Ethernet con i blocchi T tra CP IE e CPU viene inviato un numero di telegrammi diverso se viene trasferita la lunghezza massima di 1452 byte dei dati utili?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre il protocollo ISO?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre il protocollo UDP?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre il protocollo ISO-on-TCP?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre il protocollo S7?
Quali proprietà, vantaggi e particolarità offre il protocollo TCP?
Quali requisiti devono essere soddisfatti per disattivare la PROFINET CBA-Interface nel CP443-1EX40?
"Time Wait" nell'abbattimento di connessione TCP
Quali lunghezze di blocchi di dati diverse ci sono con i diversi protocolli della comunicazione Send/Receive?
Che cosa è lo RFC1006 e a cosa serve questo servizio?
Significato e funzionamento del "Keep Alive" con le connessioni TCP
A cosa occorre fare attenzione con la funzione ICMP-Redirect (internet control message protocol) con riferimento all’indirizzo IP del router utilizzato con i CP Industrial Ethernet?
Numero di ordinazione:

Descrizione
Il seguente comportamento vale per tutti i CP Industrial Ethernet forniti a partire da fine 2002. Accanto al numero di listino è determinante anche la versione firmare con cui lavora l'unità. Le indicazioni descritte nel seguito sono valide per le seguenti unità:

  • 6GK7 343-1EX11-0XE0 - V2.1.5 (CP 343-1)
  • 6GK7 343-1EX20-0XE0 - V1.0.1 (CP 343-1)
  • 6GK7 443-1EX11-0XE0 - V 2.2.17 (CP 443-1)

Se un'unità con indirizzo IP 140.90.x.x (rete di classe B) deve comunicare con una unità di comunicazione in un'altra subrete (p. es. 140.91.x.x), è necessario un router di livello 3. Questo è in grado di scambiare telegrammi tra le diverse subreti. Il router deve anch'esso possedere un indirizzo IP sulla stessa subrete 140.90.x.x.

L'indirizzo del router viene impostato nelle Proprietà oggetto del CP durante la progettazione con STEP7. Normalmente questo indirizzo del router può essere modificato solo con il tool di progettazione STEP 7.

Avvertenza
Esiste una possibilità di modificare l'indirizzo del router dall'esterno tramite la LAN. In questo modo il CP prende in carico un nuovo indirizzo di router e da questo momento invia a questo indirizzo i telegrammi da sottoporre a routing.

Motivo
Se in una rete esistono più router, questi, utilizzando protocolli speciali (p. es. Spanning Tree, RIP) possono scambiarsi informazioni sulla struttura complessiva di rete. I router sanno anche qual'è il percorso migliore per un determinato pacchetto. Se ora il CP invia un telegramma ad un Router A, questo prende nota che non può trasmettere il pacchetto e che perciò deve inoltrarlo ad un router vicino. Di conseguenza il telegramma si raddoppia sulla LAN.

In più esso però restituisce anche un telegramma ICMP-Redirect all'unità mittente. Questo telegramma contiene l'indirizzo di router migliore affinché l'unità da quel momento inizi ad inviare i telegrammi da sottoporre a routing direttamente alla un nuovo router B.

Il telegramma ICMP-Redirect (internet control message protocol) secondo RFC (request for comment) è uno standard Internet e perciò riconosciuto ufficialmente.

Attenzione
Secondo RFC non esiste alcuna strategia di recupero. Se ad esempio il router migliore va fuori servizio opp. era solo temporaneamente nella rete, dopo la scomparsa di questo router non si possono più progettare telegrammi in altre subreti. I partner di comunicazione da questo momento non sono più raggiungibili.

Rimedio
Per ripristinare il vecchio indirizzo IP del router ci sono due possibilità.

  • Con le vecchie unità  opp. con versioni precedenti del firmware l’unità deve essere riavviata per ripristinare il vecchio indirizzo IP del router.
  • Le versione firmware sopra citate possiedono una strategia di recupero.  30 secondi dopo che è stato impostato il nuovo indirizzo di router, si commuta nuovamente sul vecchio indirizzo di router progettato. In questo modo viene garantito in ogni caso che l'indirizzo di router progettato ritorna attivo. Se il nuovo router continua a rimanere attivo, il router progettato dopo che sono trascorsi i 30 secondi invierà nuovamente un telegramma ICMP-Redirect. La raggiungibilità del partner remoto è sempre possibile.

Avvertenza
Quanto descritto viene anche utilizzato da alcuni sistemi operativi Microsoft. Qui però il tempo fino all'impostazione del vecchio indirizzo di router si trova nel campo dei minuti.

Diagnostica
Nella diagnostica NCM la rappresentazione dell'indirizzo di router è stata ampliata di un campo. Accanto al "Default Router (progettato)" viene ora visualizzato anche il "Default Router" in uso in quel momento.

Se gli indirizzi IP in questi campi sono diversi, si può dedurre che l'indirizzo di router della LAN (local area network) è stato modificato tramite un telegramma ICMP-Redirect.



Figura 1 Diagnostica speciale di NCM Industrial Ethernet sul CP443-1


 Articolo con ID:15222267   Data:2008-04-30 
Questo articoloè stato utilenon è stato utile                                 
mySupport
My Documentation Manager 
Newsletter 
CAx-Download-Manager 
Support Request
Vai all'articolo
Stampa
Creazione PDF 
Invia l'articolo
QuickLinks
Strumento di compatibilità 
Argomenti
Aiuto
Aiuto on-line
Guided Tour